1907/08

Чемпионат Италии

 

Милан не заявился на чемпионат из-за протеста против федерации, которая ввела запрет для клубов на иностранных игроков.

Il Milan non si iscrive al Campionato Nazionale, per protesta contro la Federazione che impone alle squadre di non avere giocatori stranieri
COPPA SPENSLEY

E’ la Coppa messa in palio dalla Federazione Italiana Football FIF (anche se donata da alcuni personaggi dello sport) e abbinata alla conquista del Campionato di Football, il cui diritto di acquisizione da parte delle Società consiste nel fatto di vincere per tre volte il Campionato stesso. E’ una vera e propria Coppa Challenge, cioè circolante (itinerante).
La prima Coppa Challange (come era tradizione nello sport anglosassone) abbinata al Campionato viene donata dal duca degli Abruzzi (grande uomo di sport) e vinta senza colpo ferire al terzo anno dal Genoa, vincitore dei primi 3 campionati FIF (1898, 1899 e 1900).
Poi è la volta del calciatore Fawcus del Genoa stesso, che dona questo trofeo nuovamente al Genoa in quanto vincitore del Campionato nel 1902, 1903 e 1904.
Alla fine tocca a James Spensley, che a partire dalla stagione 1904-05 mette in palio il suo trofeo, vinto “a tavolino” dal Milan, vincitore del campionato nel 1906 e nel 1907.
Nel 1908 si assiste allo sdoppiamento del Campionato, ideato dalla FIF per ridurre l’egemonia dei rossoneri che negli ultimi tre anni si stavano aggiudicando anche il Campionato della FGNI e quasi tutti i trofei “Palla Dapples”. Alla fine della stagione 1907-08 la Federazione FIF riconosce l’accaduto e dona a tavolino la Coppa Spensley definitivamente al Milan.
Una analogia è rappresentata dalla Coppa Rimet vinta dal Brasile nel 1970: sia l’Italia che il Brasile prima di quella finale avevano vinto due Coppe del Mondo a testa, ma purtroppo per l’Italia il Brasile porta a casa anche la Coppa Rimet (oltre che il titolo).
Quindi nel 1906 e nel 1907 il Milan vince il titolo di Campione d’Italia e le due Coppe Spensley allegate alla manifestazione, ma non se le aggiudica definitivamente (ovvero non le inserisce nella sua bacheca). Come detto, questo avviene invece l’anno successivo (1908) a tavolino, e al Milan viene assegnato definitivamente il trofeo Spensley. (Nota di Lorenzo Mondelli)

Добавить комментарий

Ваш e-mail не будет опубликован. Обязательные поля помечены *